Archivi del Blog

Un matrimonio disgraziato

Per il divorzio tra Bayer e Monsanto 

Leggi altro ›

Pubblicato in TERRA


Quei 50 µg/m3 a che servono? Respirare aria pulita è un lusso o un diritto?

Con il PM10 e PM2.5 dal 15 ottobre al 15 aprile siamo sempre in stato di allarme. Eppure questa preoccupazione nella pubblica opinione è poco sentita, troppo poco sentita, mentre le istituzioni seguono la situazione, limitandosi a prescrivere, soltanto nei momenti di punta, le solite ed inuitli misure di contenimento.

Leggi altro ›

Pubblicato in ARIA


Polveri sottili, conosciamo questo nostro “nemico”

Polveri sottili: conosciamo il “nemico”

Qualche precisazione a giustificazione dell’impegno che “RiambientiAMOci” sta spendendo sul tema dell’inquinamento dell’aria. Partiamo dal chiarire, seppure sommariamente, che cosa è il PM (Particulate Matter, sempre seguito da un numero) facendolo precisare e  Cosa sia il PM10 ce lo facciamo precisare da un articolo pubblicato sul sito dell’Arpa dell’Emilia Romagna firmato da più persone autorevoli per la loro preparazione scientifica

Leggi altro ›

Pubblicato in ARIA


Norme sui limiti delle emissioni e la salute umana

Martedì, 2 febbraio, il Parlamento europeo è chiamato a votare un nuovo progetto di regolamento che pur mantenendo il principio del riconoscimento reciproco cerca di correggere i molti difetti del sistema attuale. D’altro canto, i limiti fissati dalla Comunità europea sono determinati soltanto dalle “BAT”, le migliori tecniche disponibili, per il contenimento e il filtraggio delle sostanze inquinanti,

Leggi altro ›

Pubblicato in ARIA


La battaglia contro il riscaldamento globale e l’importanza decisiva della territorialità

La battaglia contro il riscaldamento globale e l’importanza decisiva della territorialità

Se ci trovassimo nella seconda metà del ‘700, agli inizi della prima rivoluzione industriale, il bilancio naturale del ciclo del carbonio sarebbe in sostanziale pareggio. Purtroppo, anche se in termini solo di qualche punto percentuale rispetto a quelle naturali,

Leggi altro ›

Pubblicato in FUOCO


COP21, 21ª Conferenza delle parti. Obiettivi e ostacoli

COP21 - ParigiDal 30 novembre e fino all’11 dicembre del 2015 è aperta a Parigi la COP 21, la 21ª Conference of Parties. Organizzata dalla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), i 196 paesi membri dell’ONU sono chiamati a dare risposte concrete alle grandi aspettative per un incisivo contrasto al riscaldamento globale,

Leggi altro ›

Pubblicato in FUOCO


Conferenza sulla COP21 a poche ore dal suo avvio

Lunedì 30 novembre, a Parigi, la città di recente così barbaramente ferita, si apre la COP21.
196 paesi del mondo si riuniscono per rallentare l’aumento delle emissioni dei gas serra e mitigare gli sconvolgimenti del clima, ormai prepotentemente presenti anche in Italia.
Cremona,

Leggi altro ›

Pubblicato in FUOCO


Due lettere per una Delibera dell’UE che sia a favore della salute dei cittadini

Mercoledì prossimo, 28 ottobre, il Parlamento Europeo voterà in sessione Plenaria a Strasburgo  la Direttiva NEC sui Limiti alle Emissioni Nazionali.

E’ un voto estremamente importante per il futuro della qualità dell’aria in Europa. Nello scorso luglio la Commissione Ambiente del Parlamento Europeo ha votato un apprezzabile rapporto per la tutela dell’aria che oggi potrebbe essere cestinato.

Leggi altro ›

Pubblicato in ARIA


Come applicare il principio di precauzione

Riguardo al “quando” il principio di precauzione debba essere applicato, direi che deve esserlo tutte le volte in cui un soggetto giuridico usa un nuovo prodotto o invenzione.

O meglio la legge deve prevedere che chiunque crea un danno deve pagarne le conseguenze.
Il concetto e’ talmente evidente che sembrerebbe assurdo doverlo ripetere o evidenziare.

Leggi altro ›

Pubblicato in STUDI E APPROFONDIMENTI