La mission

Il Gruppo di lavoro RiambientiAMOci, giudicando tardive e al momento irrilevanti le scelte assunte dai “decisori politici”, intende spendere ogni suo sforzo perché accresca la consapevolezza nei cittadini sulla gravità delle criticità ambientali che stanno minacciando la nostra qualità di vita.

A denunciare questo pericoloso declino sono infatti innumerevoli studi e ricerche scientifici: i più autorevoli dei quali restano il V° Rapporto dell’IPCC sui cambiamenti climatici e i documenti dell’OMS sulla stretta relazione tra mortalità e inquinamento dell’aria.

Da essi risultano addirittura inquietanti i rischi che incombono già oggi sulla salute dei cittadini. Tra alcune decine di anni al massimo, il futuro della stessa vita biologica come finora la si è conosciuta potrebbe essere irrimediabilmente compromesso.

L’intento finale del Gruppo “RiambientiAMOci” è quello di realizzare una “massa critica” di consenso capace di indurre le istituzioni preposte ad assumere urgenti ed efficaci provvedimenti che rallentino l’incalzante degrado della situazione per assicurare un’esistenza ancora accettabile alla nostra specie.

Il Gruppo, come suo primo atto, registrando in questo periodo la persistenza delle concentrazioni degli inquinanti dell’aria, ha lanciato due petizioni su questo grave tema: una all’attenzione del Presidente della Repubblica e l’altra a quella dei quattro Presidenti delle Regioni della pianura padana, a causa dei livelli inaccettabili di mortalità riscontrate dal progetto VIIAS.