Le vie del negazionismo sono … infinite

La corte federale USA ha svelato documenti di un procedimento legale nel quale alcuni cittadini imputano al glifosato il loro linfoma non-Hodgkin.

Dai documenti si evince che la Monsanto, l’azienda produttrice della sostanza chimica alla base del noto erbicida Roundup, ha scritto lavori (ovviamente comprovanti la innocuità del prodotto) falsamente firmati da scienziati compiacenti e che un alto funzionario dell’EPA (l’agenzia ambientale americana) ha “lavorato” per invalidare un rapporto sugli effetti sanitari del glifosato scritto dal Dept. of Health and Human Services.

Il caso è stato pubblicato la settimana scorsa sul New York Times, un’autorevole testata che si è occupata già altre volte in passato di come le industrie possano manipolare ricerche scientifiche e alterare evidenze : https://www.nytimes.com/2017/03/14/business/monsanto-roundup-safety-lawsuit.html?_r=2.

(Fonte: https://www.facebook.com/agostinodiciaula?hc_ref=NEWSFEED&fref=nf di Agostino Di Ciaula,Coordinatore e membro del Comitato Scientifico di ISDE Italia)

Pubblicato in TERRA

Lascia un commento